Regolamento TDM19

Art.1 Organizzazione

L’Associazione Trailrunners Finale Ligure in collaborazione con i Vigili del Fuoco organizza la QUINTA edizione de La Sportiva Trail del Marchesato – sentiero Ermano Fossati il giorno 3 MARZO 2019.

Art.2 La Prova

Il Trail del Marchesato è una gara di trail-running con due lunghezze di percorso, una di circa 38 km e 2200 mt D+ e l’altra di circa 16km e 1000 D+, chiamate “La Sportiva Trail del Marchesato – sentiero Ermano Fossati”, con partenza da Finalborgo (Finale Ligure, Savona), raggiungendo Vezzi Portio, Orco Feglino, Calice Ligure e ritorno a Finalborgo, svolgendosi principalmente su sentieri.

La prova si sviluppa in una sola tappa, e richiede ai concorrenti una responsabile presa in carico di sé stessi.

Essi dovranno sempre avere con loro il materiale obbligatorio la cui lista è dettagliata all’Art 16. In particolare, un aspetto fondamentale è l’abbigliamento, poiché lungo il percorso, la temperatura può scendere su livelli bassi, ed il vento forte e piogge consistenti possono provocare spiacevoli sensazioni di freddo, anche ai primi di marzo.

Per la gara di 38 km, il tempo massimo per essere classificati è di 8h 30m comprese le eventuali soste, a condizione d’aver rispettato le barriere orarie intermedi: 20 km 4 ore e 30 minuti, 30 km 7 ore.

Per la gara di 16 km, il tempo massimo per essere classificati è di 5 ore comprese le eventuali soste.

Le ore di chiusura dei posti di controllo sono state calcolate per permettere ai concorrenti di effettuare la prova entro il tempo massimo previsto, pur con le eventuali soste. I concorrenti dovranno assolutamente ripartire dai posti di controllo prima della barriera oraria. In caso contrario saranno squalificati, ed il pettorale ritirato.

Art.3 Accettazione del Regolamento e della Carta

Il La Sportiva Trail del Marchesato si svolgerà in conformità al presente regolamento che va scaricato da questo sito www.traildelmarchesato.it

Iscrivendosi , i concorrenti si impegnano a rispettare questo Regolamento e questa Carta, e liberano gli organizzatori da ogni responsabilità per ogni eventuale incidente o accidente che possa derivare dal non rispetto dei regolamenti stessi.

I concorrenti debbono trattenere con se i propri rifiuti. Tutti i concorrenti colti a gettare i propri rifiuti sul percorso saranno penalizzati o squalificati. Dei sacchi di raccolta dei rifiuti sono disposti in ogni posto di ristoro e devono essere assolutamente utilizzati.

E’ obbligatorio seguire i percorsi segnalati, senza scorciatoie. In effetti, tagliare un sentiero provoca un erosione irreversibile del luogo e lo degrada irrimediabilmente.

Art.4. Condizioni d’ammissione dei concorrenti

  • Essere maggiorenne (più di 18 anni)
  • Avere il certificato medico agonistico in corso di validità attestante “l’idoneità’ del concorrente alla pratica della corsa competitiva su lunghe distanze” quale il Certificato rilasciato per la pratica dell’Atletica leggera o equivalenti. Nel caso di concorrenti stranieri deve essere utilizzato il modulo scaricabile all indirizzo: www.trailrunnersfinale.it/marchesato/certificato_estero.pdf
  • Non essere incorso in incidenti o patologie successive al rilascio del certificato, tali da mutare il quadro clinico e rendere sconsigliabile o non opportuna la partecipazione al trail.

Il certificato medico agonistico o modulo per stranieri dovrà essere inviato prima del 3 marzo 2019 per convalidare l’iscrizione. Iscrivendosi il concorrente certifica di essere in condizione fisica e psichica che gli permette di affrontare questo trail del quale riconosce di essere perfettamente a conoscenza dei rischi e delle difficoltà del percorso, con particolare riferimento a passaggi in grotta, tratti tipo via ferrata o attrezzati con corde.

Se risultasse che l’iscritto ha fatto una falsa dichiarazione riguardo alle condizioni del presente articolo, la sua iscrizione sarà annullata ed egli non avrà diritto ad alcun rimborso.

Art.5 Classifiche

Il tempo di ogni concorrente sarà espresso in ore e minuti. Servizio di cronometraggio con chip a cura di Wedosport.

Verranno inseriti in classifica i soli concorrenti che raggiungeranno il traguardo e che si faranno registrare all’arrivo. Non verrà distribuito nessun premio in denaro. Sarà redatta una classifica generale uomini e donne con i tempi complessivi.

Verranno premiati:

  • primi 3 classificati maschili e femminili assoluti della lunga e della corta

Solo per 38km:

  • primi 3 classificati maschili e femminili under 35
  • primi 3 classificati maschili e femminili 35/50
  • primi 3 classificati maschili e femminili over 50

Art.6 Programma della prova, Cartina e Comunicazioni

Venerdì 1 marzo 2019:

Chiusura iscrizioni on-line

Sabato 2 marzo 2019:

Dalle 16:00 alle 19:00 ritiro pettorali e iscrizioni in loco (pettorali limitati)

Domenica 3 marzo 2019:

Dalle 6:00 alle 7:30 ritiro pettorali.
Ore 8:00 Briefing
Ore 8:30 Partenza La sportiva Trail Del Marchesato 38 km.
Ore 9:00 Partenza La Sportiva Trail Del Marchesato 16 km.

Per il programma completo visitare il sito www.traildelmarchesato.it

Tutte le comunicazioni ufficiali riguardanti la prova saranno fatte solamente attraverso il sito del trail.

Art.7 Punzonatura e controlli alla partenza

Ogni concorrente riceverà un pettorale con chip incorporato fornito da Wedosport. Alla partenza egli dovrà registrarsi facendo punzonare questo chip, presentando il pettorale appuntato davanti, all’altezza della cintura. Senza punzonatura il concorrente non sarà classificato.

I concorrenti dovranno avere nel loro sacco il materiale obbligatorio, pena la non autorizzazione a partire. Un controllo dei sacchi è previsto per tutti al ritiro del pettorale.

Art.8 Posti di controllo

Saranno organizzati dei posti di controllo lungo tutto il percorso, ove il concorrente dovrà obbligatoriamente far punzonare il proprio chip. La punzonatura è obbligatoria per evitare che i mezzi di soccorso siano inutilmente messi in azione. Se così succedesse il concorrente sarà tenuto a rimborsare tutte le spese di ricerca.

La punzonatura all’arrivo permetterà ai cronometristi di stabilire le classifiche. Il concorrente che abbia impiegato del tempo per assistere e soccorrere un altro, potrà richiedere lo scomputo di tale ritardo.

Un controllo del contenuto del sacco potrà essere richiesto in qualunque momento durante la prova, e i concorrenti dovranno sottoporvisi.

Art.9 Ritiro

In caso di ritiro, per ragioni di sicurezza e per evitare di mettere inutilmente in azione il sistema di sicurezza, il concorrente DEVE obbligatoriamente avvertire senza ritardo il responsabile del posto di controllo più vicino oppure la “Scopa” che chiude la corsa, e consegnargli il suo pettorale.

Il concorrente che non rispettasse queste regole sarà tenuto al rimborso di tutti i costi delle ricerche inutilmente lanciate. Il concorrente che ha abbandonato non può più continuare la corsa. Se lo fa, ciò’ sarà interamente a suo rischio e pericolo.

Art.10 Sicurezza ed Assistenza medica

La responsabilità della sicurezza dei trailers non è solamente degli Organizzatori, ma anche dello stesso concorrente. Egli DEVE perciò rispettare il Regolamento e seguirne le consegne, particolarmente quelle da seguire in caso di ritiro e per la punzonatura ai posti di controllo.

A questo proposito un ritiro non segnalato tempestivamente, una punzonatura saltata, fanno scattare automaticamente ed inutilmente le ricerche (Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino, CRS Montagne, Elicottero, soccorritori, etc). In questo caso il concorrente sarà tenuto al rimborso di tutti i costi delle ricerche.

La sicurezza e l’assistenza medica saranno assicurate da una rete di postazioni fisse e mobili composte da personale medico, infermieri, controllori, segnalatori, etc e da veicoli medicalizzati.

I posti di soccorso sono organizzati per portare assistenza a tutte le persone in pericolo con i mezzi propri dell’organizzazione o tramite organismi convenzionati.

I medici ufficiali sono abilitati a sospendere (invalidandone il pettorale) i concorrenti giudicati inadatti a continuare la gara.

I soccorritori sono autorizzati ad evacuare con tutti i mezzi di loro convenienza i corridori giudicati in pericolo.

In caso di necessità, per delle ragioni che siano nell’interesse della persona soccorsa, si farà appello ai Vigili del Fuoco, al Soccorso Alpino, o alla Protezione Civile, che subentrerà nella direzione delle operazioni e metterà in opera tutti i mezzi appropriati, compreso l’elicottero. La persona soccorsa dovrà provvedere al suo rientro dal luogo dove sarà stata evacuata. Da qui l’importanza di avere una polizza infortuni personale.

Si sottolinea che il percorso ha pochi accessi stradali e che in caso di difficoltà e di cattivo meteo può succedere che il concorrente in difficoltà non possa esser raggiunto dai soccorritori che a piedi e per dei sentieri di montagna.

Sui pettorali saranno stampati dei numeri di telefono da contattare in caso di necessità. (Attenzione: non tutto il percorso è coperto da reti telefoniche).

Il concorrente che fa appello ad un medico od a un soccorritore si sottomette di fatto alla sua autorità e si impegna a rispettarne le decisioni.

A complemento dei dispositivi di soccorso, del personale medico sarà presente in certi punti per assistere i concorrenti in caso di problemi fisici gravi.

Una persona, la “Scopa” assicurerà la chiusura della gara e seguirà l’ultimo concorrente. Egli, le vetture della direzione di corsa, i posti di controllo, gli addetti alla sicurezza saranno muniti di radio ed in contatto permanente con le squadre di soccorso e con il Posto di Coordinamento Centrale a Finalborgo.

L’obbiettivo dell’organizzazione della sicurezza sarà quello di permettere a tutti di arrivare all’arrivo senza problemi. Tuttavia ogni concorrente dovrà assumersi personalmente la responsabilità di partecipare a questa gara, che può’ diventare estrema, in ottime condizioni psico-fisiche di preparazione prevedendo di affrontare possibili situazioni di maltempo, caldo, freddo, errori di percorso, oscurità, crisi psico-fisiche.

Art.11 Bevande e alimenti.

Il criterio alla base di questa prova è la semi-autosufficienza alimentare. Tuttavia tutti i posti di rifornimento sono forniti di bevande e alimenti tipo maratona. All’arrivo, un pasto sarà a disposizione dei concorrenti su presentazione del proprio buono pasto contenuto nel pacco gara.

Se saranno segnalate particolari intolleranze alimentari gli atleti troveranno un ristoro adeguato.

Art.12 Assistenza personale

L’assistenza personale è vietata su tutto il percorso della gara.

Art.13 Equipaggiamento obbligatorio

**(Solo in caso di meteo avverso)

Un sacco o qualunque altro mezzo che permetta di trasportare il seguente materiale obbligatorio:

  • Una torcia frontale (solo 38 km)
  • Un fischietto
  • Un telo termico
  • Una riserva d’acqua di almeno 1/2 litro
  • Una giacca impermeabile
  • 1 paio di pantaloni al di sotto del ginocchio **
  • Una benda di contenimento, elastica o adesiva
  • Una riserva alimentare
  • Un documento di identità
  • Un telefono cellulare carico e acceso. Inserire in rubrica i numeri dei telefoni della sicurezza, forniti dall’organizzazione. Non mascherare il proprio numero.

Art.14 Motivi di squalifica

  • Assistenza personale non autorizzata (portatore d’acqua, lepre, etc.)
  • Assenza, alla partenza, dell’equipaggiamento obbligatorio.
  • Assenza di uno degli oggetti d’equipaggiamento obbligatori, in occasione di controllo durante la gara.
  • Punzonatura non effettuata oppure arrivo ad un posto di controllo dopo la barriera oraria
  • Utilizzo di un mezzo di trasporto.
  • Inquinamento e/o degrado dei luoghi da parte del concorrente o dei loro assistenti.
  • Mancata assistenza ad un concorrente in pericolo.
  • Doping o rifiuto di sottomettersi al controllo anti-doping.
  • Insulti o minacce a membri dell’organizzazione.
  • Rifiuto di farsi visitare dai medici in qualunque momento della prova.
  • Stato fisico o psichico giudicato inadatto al proseguimento della prova.
  • Comportamento pericoloso.
  • Taglio del percorso

Art.15 Controllo anti-doping

Qualunque concorrente potrà esser sottoposto al controllo anti-doping durante o all’arrivo della gara. Qualunque risultato positivo comporterà la squalifica immediata.

Art.16 Reclami

Saranno accolti se presentati per iscritto entro trenta minuti dall’affissione dei risultati provvisori da parte del direttore di gara, all’arrivo, previo versamento di € 50.00 che saranno restituiti in caso di accoglimento del reclamo.

Art.17 Giuria della prova

Sarà composta dal Direttore di Gara ed almeno da una persona scelta tra:

  • I commissari dei posti di controllo
  • Qualunque altra persona competente giudicata utile dal Direttore di Gara.

La giuria é incaricata di decidere, in un tempo compatibile con gli imperativi della corsa, su qualunque disputa o squalifica verificatasi durante la prova, dopo aver ascoltato la persona coinvolta. Le decisioni saranno inappellabili. La decisione sarà convalidata con la firma del Direttore di Gara. Una volta esaminati i reclami presentati nella forma e nei tempi previsti all’art. 17 la giuria proclamerà i risultati definitivi.

Art.18 Copertura fotografica, televisiva, video: diritti.

I concorrenti rinunciano espressamente a valersi del diritto d’immagine, così come rinunciano a ricorsi contro l’organizzazione ed i suoi partners ufficiali per l’utilizzo della loro immagine. I professionisti audiovisivi dovranno ottenere l’autorizzazione da parte dell’organizzazione.

Art. 19. La procedura per l’iscrizione.

La procedura sarà comunicata nel dettaglio sul sito della gara www.traildelmarchesato.it

Essa si svolgerà:

  • On-line fino al giorno 1 marzo 2019 alle ore 12:00
  • Il giorno 2 marzo 2019 dalle ore 16:00 alle ore 19:00 a Finalborgo ove sarà possibile l’iscrizione ed il ritiro del pettorale

Il giorno 3 marzo 2019 dalle ore 6:00 alle ore 7:30 a Finalborgo si potranno ritirare solo i pettorali.

Le condizioni d’ammissione sono indicate all’Art.4 di questo regolamento.

In caso di annullamento dell’iscrizione si procederà al rimborso del 50% di quanto già versato, fatto salvo quanto già stabilito dal precedente art. 4. Le eventuali rinunce da parte degli iscritti dovranno essere comunicate al più tardi 30 giorni prima della partenza della gara, per avere diritto al rimborso del 50 % del prezzo d’iscrizione. Oltre tale data non ci sarà alcun rimborso. Non saranno permessi né la cessione né lo scambio dei pettorali. Verranno cancellate le iscrizioni sprovviste di pagamento dopo 5 giorni dall’invio.

Numero massimo di iscritti 350 per ciascuna gara.

Art.20. Quote d’iscrizione

La Sportiva Trail del Marchesato – sentiero Ermano Fossati 38 km:
la quota di iscrizione sarà:
€ 30,00 fino al 31/12/2018
€ 35,00 fino al 17/02/2019
€ 40,00 euro fino al giorno 02/03/2019

La Sportiva Trail del Marchesato – sentiero Ermano Fossati 16 km:
la quota di iscrizione sarà:
€ 15,00 fino al 17/02/2019
€ 20,00 fino al giorno 2/03/2019.

La quota comprende:

il pacco gara a discrezione dell’organizzazione, il pasta party a Finalborgo , il pettorale personalizzato, l’organizzazione sportiva (Controllori, segnalatori, commissari, direttore di gara, ecc…), l’organizzazione medica e di sicurezza (Medici, infermieri, soccorritori), i rifornimenti previsti (vedasi Road Book), l’Assicurazione Responsabilità Civile sottoscritta dall’organizzatore, l’assicurazione infortuni del concorrente per la durata della gara e il servizio fotografico.

Pacco gara garantito ai primi 250 iscritti della 38km e 250 della 16km.

Art.21 Modifiche del percorso. Annullamento della corsa.

L’organizzazione si riserva il diritto di modificare in ogni momento il percorso o l’ubicazione dei posti di soccorso e di ristoro, senza preavviso. Essa si riserva altresì di annullare in qualsiasi momento la gara per motivi di sicurezza. Queste decisioni saranno comunicate esclusivamente sul sito del trail se prese prima del giorno previsto per la partenza della gara.

In caso di condizioni meteorologiche sfavorevoli (forte depressione, importanti quantità di pioggia, forte rischio di temporali…) e/o per ragioni di sicurezza la partenza potrà essere posticipata di un’ora al massimo. Al di là, la corsa verrà annullata.

In caso di cattive condizioni meteorologiche, e per ragioni di sicurezza, l’organizzazione si riserva il diritto di sospendere la gara in corso. Ogni decisione sarà presa da una giuria composta almeno dal direttore della corsa e dal coordinatore responsabile della sicurezza. Nessun rimborso è previsto in caso di annullamento della gara nei 15 giorni prima della partenza. In caso di annullamento prima dei 15 giorni si procederà unicamente al rimborso del 50% del prezzo d’iscrizione. Oppure sarà confermata l’iscrizione per l’edizione successiva della gara ed il 50% sarà considerato come
acconto. Nessun rimborso è previsto in caso di modifica del percorso o di sospensione della corsa.

Art.22 Uso dei bastoni

L’uso è consentito.